AIA BOLOGNA: 23 nuovi arbitri

Sono 23 i nuovi direttori di gara che entrano a far parte della famiglia bolognese dopo aver sostenuto e superato brillantemente l’esame a conclusione del Corso Arbitri Nazionale. Il grande giorno è arrivato al termine di due mesi durante i quali i ragazzi hanno avuto modo di avvicinarsi al mondo arbitrale, sia imparando a conoscere l’aspetto tecnico che sopratutto quello associativo. I candidati, visibilmente emozionati, hanno iniziato a raggiungere la Sezione già dal tardo pomeriggio, così hanno avuto modo di sbrigare le ultime pratiche burocratiche, di ritirare e finalmente indossare la tanto ambita divisa ed effettuare le foto di rito con tutta calma.

La Commissione, presieduta dal Vicepresidente del Comitato Regionale Arbitri Emilia-Romagna Fabio Casadei e formata dal Componente CRA Luca Bianchini, dal Presidente Antonio Aureliano e dal Vicepresidente Roberto Neri, ha dapprima sottoposto i tradizionali e temuti quiz regolamentari agli aspiranti arbitri e successivamente ha proceduto con le prove orali. Il corso è stato tenuto dal Presidente Antonio Aureliano e da due “insegnanti d’eccezione”: Alessandro Prontera, consigliere della Sezione ormai da diversi anni e arbitro in Serie B e Raffaele Covili, anch’esso consigliere e con un passato alla Commissione Arbitri Interregionale come arbitro. Potendo contare su questa esperienza il corso è risultato piacevole e assai produttivo, riuscendo ad avvicinare alla Sezione i giovani ragazzi trasportati dall’entusiasmo dei tre “insegnanti” che hanno saputo impostare al meglio le lezioni trovando la giusta combinazione tra teoria e qualche aneddoto che hanno vissuto durante il loro percorso all’interno dell’associazione.

Durante questi mesi di corso i ragazzi hanno avuto modo di conoscere anche altri associati nazionali della Sezione di Bologna, come Gianluca Aureliano e Daniele Marchi, che hanno messo a disposizione la loro esperienza direttamente dalla CAN B. Il Presidente Antonio Aureliano si è detto soddisfatto del corso “Sono tutti ragazzi giovani mossi da tanta sana passione. Durante i due mesi nei quali si sono avvicinati alla nostra Sezione hanno già dimostrato di essere Uomini prima ancora che Arbitri, hanno già introiettato il giusto spirito associativo e quando calcheranno i campi non deluderanno nemmeno dal punto di vista tecnico”. Gli aspetti che più fanno ben sperare sono l’ottima preparazione teorica, come sottolineato dalla commissione d’esame e l’età media molto bassa, infatti la maggior parte dei neo direttori di gara ha un’età compresa tra i 15 ed i 20 anni. Al termine di quiz e prove orali la commissione e i neo immessi hanno avuto modo di cenare tutti insieme, così da iniziare a conoscere quello che è l’aspetto più importanti dell’arbitraggio: quello umano.

In conclusione, il Presidente Aureliano ha voluto dare il benvenuto nella grande famiglia AIA Bologna ai nuovi arbitri, invitandoli a tenere sempre in mente il primo obiettivo che dovranno raggiungere: il divertimento.
Di seguito i nominativi dei neo arbitri: Astorino Alessia Daniela, Bagnato Matteo, Camigliano Martina, Cirignotta Emanuele, Covili Lorenzo, Criniti Lorenzo, De Santis Davide, Di Matteo Carlo, Di Matteo Maurizio, Ferri Filip, Gaiba Gianluca, Kovoh Mbwang, Emmanuel Loic, Lubello Gabriele, Massironi Tommaso, Merella Marco, Monaco Andrea, Osti Alice, Paganelli Federico, Paglino Giacomo, Poggipolini Gabriele, Rossetti Luca, Scavone Chiara, Ubertini Giovanni.