AIA CESENA: Inaugurata la nuova sede

Grande festa per la sezione di Cesena: nella serata di martedì 11 giugno la tradizionale cena di fine stagione è stata preceduta dalla cerimonia di inaugurazione della nuova sede. Una nuova “casa”, quella di via Ravennate a Cesena, comunque operativa già da qualche mese dotata di spazi più consoni ad ospitare le riunioni tecniche e le attività associative degli oltre 160 associati guidati dal Presidente Alberto Arienti, il quale si pose sin dall’inizio del suo mandato l’obiettivo di reperire un luogo più capiente e confortevole rispetto ai vecchi locali oramai sottodimensionati per il nuovo assetto sezionale.

Al taglio del nastro erano presenti il Presidente dell’AIA Marcello Nicchi e i componenti del Comitato Nazionale Michele Conti e Umberto Carbonari, oltre al Presidente del CRA Sergio Zuccolini.

Sono ad oggi una settantina le sezioni rinnovate nel corso del mandato del Presidente Nicchi, un risultato eccezionale al servizio dell’AIA e del gioco del calcio.

Nicchi, oltre a complimentarsi con Arienti e la nutrita squadra di persone che con lui ha collaborato alla realizzazione di questo progetto, ha annunciato nel suo discorso alla platea l’introduzione all’interno del Decreto Sicurezza di un pacchetto di norme contro la violenza sugli arbitri: “Si è compiuto – ha sottolineato – un altro passo in avanti a garanzia dell’incolumità dei direttori di gara e contro la violenza nel calcio e in tutti gli sport”.

Oltre ai premi OTS nel corso della serata sono stati assegnati i tre premi più prestigiosi: il primo ad un arbitro particolarmente distintosi per meriti associativi e gli altri due al miglior assistente CAN-A e al miglior arbitro della CAN-B  della stagione. Da quest’anno il premio al miglior arbitro di B è stato intitolato a Cesare Marani, ex presidente e padre fondatore della sezione scomparso tre mesi fa. Ad aggiudicarsi il 1° premio “Cesare Marani” è stato il 35enne Marco Piccinini della vicina sezione di Forlì, autore di un’ottima stagione in cadetteria e tra i papabili per il salto di categoria. All’assistente CAN-A Ciro Carbone va il premio “Città di Cesena”, riconoscimento che non ha potuto ritirare perché impegnato in questi giorni in due gare per la qualificazione ai campionati europei 2020. Ciro ha comunque voluto salutare la platea attraverso un contributo video registrato per l’occasione.

Il premio “Stefano Tordi” è andato all’associato Paolo Zanoli, ex presidente di sezione ed ora figura fondamentale a supporto dei ragazzi dell’organico CRA.

La serata si è conclusa con la cena di gala consumata nella splendida cornice del rigoglioso giardino antistante le mura del seicentesco Castello di Diegaro.