AIA IMOLA: Riunione tecnica con Marinelli

Preziosa di contenuti a Imola la Riunione Tecnica del 20 novembre con Livio Marinelli, arbitro CAN B della Sezione di Tivoli e con il componente del Componente del Comitato nazionale Michele Conti.

Un evento speciale per gli arbitri imolesi quando già nel tardo pomeriggio Livio si è messo a loro disposizione accompagnandoli in una seduta di allenamento presso il polo sezionale. Si è così formato un ampio gruppo, grazie anche alla massiccia partecipazione dei giovani a disposizione dell’organico sezionale. E proprio gli ultimi arrivati con grande impegno hanno seguito l’allenamento predisposto da Livio, che si è complimentato con tutti i ragazzi per l’entusiasmo con cui è stato accolto.

Dopo questa bella esperienza, si è passati alla riunione nella sala sezionale  dove il presidente Luca Marzari ha messo in luce il record di presenze all’allenamento augurandosi che si possa continuare a formare un gruppo sempre così numeroso per le prossime sedute.

Molto apprezzata la presenza del Componente del Comitato Nazionale Michele Conti: segno di tanta voglia di stare insieme e spirito di gruppo che hanno contraddistinto l’intera serata. “Siete una delle sezioni più belle e giovani d’Italia”- così ha esordito Michele – complimentandosi con il presidente Luca Marzari per la bellissima platea di gioventù che aveva dinanzi agli occhi.

Il microfono è poi passato a Livio che ha condiviso con la platea la sue esperienze più difficili che lo hanno aiutato ad essere l’arbitro che è ora, fresco dell’esordio nella massima serie. “Bisogna trovare – ha esordito –  il positivo in ogni situazione difficile, non bisogna mai mollare di fronte ai fallimenti!”

A livello comportamentale “l’arbitro dev’essere umile, consapevole del ruolo che va a svolgere la domenica in campo e non solo.”

Ha insistito molto sul fare le cose semplici, fare un passo alla volta; ci vuole tempo e pazienza per ottenere delle soddisfazioni.” Un principio fondamentale  è “sfruttare l’esperienza e la competenza di chi ne sa più di noi, chiedere aiuto e confrontarsi: non è un segno di debolezza, anzi di maturità!”

In un momento di confronto con i ragazzi più maturi è emerso che “nella carriera arbitrale prima di tutto viene il lavoro”: un concetto che ha portato a riflettere molto.

Grazie alla sua dote espressiva e all’utilizzo di un’ampia varietà di citazioni, Marinelli è riuscito a lasciare in questa sezione un qualcosa di coinvolgente che ha mosso gli animi di tutti. La serata si è conclusa con la proiezione di un video montato ad hoc che ripercorreva i momenti più belli di questa giornata da ricordare.

Infine, Luca Marzari ha ringraziato con un omaggio per la sua graditissima compagnia Livio Marinelli, che a sua volta ha contraccambiato omaggiando la sezione imolese con la sua divisa nera.