AIA PIACENZA: Nicchi – Lo sport come valore sociale

“Grazie a tutti gli arbitri, ai presidenti e ai dirigenti”, con queste parole Marcello Nicchi ha voluto elogiare il lavoro e l’impegno di una stagione che si avvia alla conclusione. Ospite della Festa di fine stagione della Sezione di Piacenza il Presidente dell’AIA, oltre a ringraziare tutti gli addetti ai lavori, ha sottolineato il ruolo notevole che la nostra associazione svolge in ambito sociale. La missione che stiamo portando avanti è quella di uno sport come valore, il futuro appartiene ai giovani che vanno protetti e difesi. Meritano di essere premiati e andare avanti”. Chi entra a far parte della nostra famiglia è entusiasta e, non a caso, ci sono state quasi 5.000 iscrizioni in tutta Italia in questa stagione. I giovani arbitri sanno che in questo ruolo imparano ad assumersi responsabilità e a decidere; vivono fin da subito l’importanza di quello che facciamo sia su un piano sportivo, sia su un piano sociale ed educativo.

La kermesse si è svolta in un salone gremito di arbitri piacentini e di ospiti rilevanti del panorama provinciale, regionale e nazionale con il Presidente Delegazione FIGC Piacenza, Luigi Pelò e il Delegato Coni Robert Gionelli; il Presidente Regionale Arbitri Sergio Zuccolini accompagnato dalla sua squadra; Erio Iori e diversi Presidenti delle Sezioni limitrofe, Angelo Paglia (SIN), Riccardo Arnò (CAN 5) e infine Alberto Zaroli e Michele Conti del Comitato Nazionale.

Come ogni anno, la serata ha visto scorrere gli svariati e preziosi premi stagionali dal miglior esordiente al miglior arbitro regionale; si prevedeva, inoltre, la consegna del Cavallo di Bronzo all’arbitro internazionale Massimiliano Irrati, assente per il prestigioso impegno come VAR alla finale di Europa League a Baku. Il premio è stato affidato idealmente a Marcello Nicchi nell’attesa che Massimiliano ci renda onore di venire personalmente a ritirarlo.

Un ringraziamento va rivolto all’instancabile guida della Sezione, il Presidente Mimmo Gresia, il quale insieme alla sua squadra, ha saputo creare negli anni un gruppo di amici e di arbitri sempre più entusiasti di appartenere a questa grande famiglia.

Miglior ae ultimo corso Chiara Bettaglio; Miglior ae settore giovanile Leonardo Ferroni; Miglior ae LND Salvatore Vallone; Miglior osservatore Giuseppe De Luca; Miglior assistente regionale Mario Capasso; Miglior ae regionale Davide Bersani; Premio del presidente a Paride Chiesa per l’impegno; Premio Beppe Marenghi a Bruno Di Lorenzo, per chi lavora sodo e dietro le quinte e Premio Giuseppe Cassi a Mario Capasso.