“Darvi un’opportunità è il nostro compito” – Il CRA parte da PIACENZA

Nella serata di venerdì 12 ottobre gli arbitri piacentini hanno accolto con enorme piacere la Commissione Regionale Arbitri dell’Emilia Romagna guidata da Sergio Zuccolini accompagnato da alcuni componenti. Quest’anno la nostra Sezione è il punto di partenza di questi incontri dedicati ai ragazzi che in prospettiva raggiungeranno le massime categorie regionali. I componenti, oltre che a presentarsi, vogliono anticipare e rendere noto ciò che è richiesto per far parte di questo ambìto gruppo emiliano-romagnolo.

A rappresentare la Prima Categoria è Maurizio Babarelli, il quale ha raccontato dapprima come si è svolto il raduno pre-campionato di Spiaggia Romea ed ha proseguito puntando l’attenzione sul lato umano e formativo della Commissione. “Darvi un’opportunità è il nostro compito, coglierla il vostro” con questo incipit Maurizio ha spiegato il ruolo della

Prima Categoria che ha un interessante gruppo di arbitri da formare. Questi ragazzi devono costruirsi attorno a 4 aspetti basilari: tecnica, etica, organizzazione e umanizzazione. È importante la conoscenza del regolamento, l’utilizzo di termini appropriati, il rispetto, la concentrazione e il sapersi adattare. Infatti, l’arbitro deve imparare ad assumere un comportamento camaleontico per potersi adeguare alle svariate situazioni che si presentano. 

A rappresentare il gruppo assistenti è il neo componente Luca Bianchini che collabora con Mauro Bernardoni, responsabile della categoria. Luca ha interagito con la platea gremita di arbitri, dai più ai meno giovani, nel commentare alcuni video inerenti casi di fuorigioco, giocata e deviazione. Il suo intervento era mirato ad esporre quelle caratteristiche richieste per rappresentare l’assistente moderno: allineamento, credibilità, concentrazione e priorità. 

È stato poi il turno di Fabio Casadei a presentare le novità riguardanti il gruppo osservatori: dalla relazione che ora ne semplifica la stesura e accorpa aspetti tecnici e disciplinari al ruolo del commissario come formatore dei futuri arbitri che ha il compito di motivare e trasmettere i giusti stimoli ai giovani colleghi. 

Altra categoria rappresentata nel Comitato Regionale è il calcio a 5 che condivide sempre tante esperienze con il calcio a 11. Infatti insieme ad Alessandro Maggiore, collaboratore del responsabile Andrea Sabatini, abbiamo analizzato come riconoscere i casi di simulazione e come gestirli. Queste considerazioni sono senza dubbio di supporto ai colleghi di tutte le discipline.

A concludere e a salutare i tanti arbitri presenti, dai colleghi nazionali a quelli provinciali, ci ha pensato il Presidente Cra Sergio Zuccolini insieme al Presidente di Sezione Domenico Gresia.