A Sestri Levante il terzo raduno interregionale di Futsal

Domenica 20 marzo, nella splendida località di Sestri Levante, a ridosso della famosa e splendida Baia del Silenzio, si è tenuto l’ormai tradizionale raduno interregionale tra i CRA della Liguria “padrona di casa”, dell’Emilia Romagna e della Toscana.

L’iniziativa è diventata ormai un appuntamento immancabile, giunto alla sua terza edizione, dopo  Parma nel 2014 e Coverciano la scorsa stagione, in vista dei play off e dei play out che vedranno impegnati tutti gli arbitri regionali di calcio a 5 delle tre regioni che hanno avuto l’opportunità di ricevere le ultime indicazioni in vista di quella che rappresenta la fase più delicata della stagione.

A fare gli onori di casa e ad aprire i lavori ci ha pensato Gaetanto Gangilli (delegato Ca5 CRA Liguria), che ha presentato gli importanti e numerosi relatori ed ospiti presenti: dal Vice Presidente del CRA Roberto Gandini, anche lui ex arbitro nazionale della CAN5 che ha sottolineato come questo raduno rappresenti, per relatori e platea, un evento molto vicino ai raduni nazionali, invitando gli arbitri a sfruttare questo momento formativo; a Marcello Marcato, Coordinatore dell’area formazione e perfezionamento del settore tecnico, che ha sottolineato quanto il calcio a 5 sia all’avanguardia in tema di formazione, ricordando come una giornata come questa rappresenti un treno importante per chi abbia voglia di raggiungere traguardi importanti e possa giovare alla crescita di tutti gli AE del calcio a 5.

Presente tra il pubblico anche il Vice Commissario della CAN 5 Riccardo Arnò, che, portando i saluti di tutta la commissione e nello specifico di Massimo Cumbo,  ha voluto brevemente fare un cenno su quelle che devono essere le qualità che deve avere ogni arbitro: disponibilità, impegno, preparazione ad affrontare il momento più difficile della stagione e desiderio di crescita attraverso un studio sempre più approfondito del regolamento.

Subito dopo si è entrati nel vivo del raduno attraverso il confronto e l’analisi dei vari argomenti presenti all’ordine del giorno. Andrea Serra (Delegato Ca5 CRA Toscana) ha trattato il tema della prevenzione verbale e dei richiami (formali e non); Tito Stampacchia (Delegato Ca5 CRA Emilia Romagna) si è invece concentrato sulla gestione ed il controllo delle panchine evidenziando che bisogna vigilare sempre sulla compostezza e l’ordine degli occupanti le panchine, e che questo determina il manifestarsi e l’accentuarsi di comportamenti ed atteggiamenti che l’arbitro deve essere capace di anticipare, individuare e gestire efficacemente; mentre il ligure Gaetano Gangilli ha analizzato le varie tipologie di tackle e la loro gestione; inoltre Fabio Bianciardi (Toscana) e Filippo Ragalà collaboratori rispettivamente della Toscana e dell’Emilia Romagna, hanno riepilogato le procedure in caso si arrivi per determinare una vincente di una gara ai tempi supplementari ed ai tiri di rigore.

Infine Pasquale Casale, componente dell’Area Formazione: Modulo Mentor&Talent, nel sottoporre al gruppo i test regolamentari, ha invitato i colleghi a vivere questo momento come un’occasione di apprendimento e confronto, una vera e propria opportunità da saper cogliere per migliorarsi.

Alla fine giornata tutti i partecipanti, soddisfatti per la riuscita dell’evento si sono salutati con le parole di Gaetano Gangilli: “sono sicuro- ha detto  l’Organo Tecnico del calcio a 5 ligure, – che una giornata come questa sarà utile nel proseguo della stagione; adesso viene il momento di mettere in pratica, sul campo, quanto appreso oggi”.