Sezione di BOLOGNA: 28 nuovi arbitri

La Sezione di Bologna, ha continuato anche in questa stagione sportiva a selezionare aspiranti direttori di gara che sin dalle prime lezioni hanno manifestato forti motivazioni a conseguire l’abilitazione; così dei circa cento iscritti al corso e dei quarantotto che hanno frequentato l’inizio delle lezioni, sono arrivati a sostenere l’esame ventotto giovani, animati da un grande spirito di passione e sacrificio.

Dopo le lezioni teoriche sul regolamento, informazioni sulla compilazione del referto, sulla piattaforma informatica Sinfonia4you, prove tecnico-atletiche e colloqui orali, i candidati hanno superato i quiz e sono entrati ufficialmente a far parte della famiglia degli arbitri bolognesi (tra loro anche una ragazza, Greta Iafrate).

La commissione esaminatrice era composta da: il Componente CRA Marco Masetti, il Presidente di Sezione Antonio Aureliano, il Responsabile degli osservatori OTP Luigi Ferrieri ed il Segretario sezionale Roberto Neri. Il corso cominciato nello scorso mese di ottobre è stato tenuto, oltre che da Presidente Aureliano,  dal consigliere sezionale ed arbitro CAN PRO Alessandro Prontera e dal consigliere ed ex assistente CAN PRO Gianluca Evoli.

I neo immessi, molti dei quali tra i 15 e i 20 anni, dopo aver appreso il regolamento potranno iniziare fin da subito a calcare i campetti di periferia affiancati, almeno inizialmente, da tutor più esperti. E’ tanto l’entusiasmo manifestato dal Presidente Aureliano per i neo-arbitri: “Sono soddisfatto del corso. Abbiamo selezionato ragazzi giovani con tanta passione. Nel loro percorso dovranno continuare a crescere prima come uomini e poi anche come arbitri. Sarà importante e decisivo rafforzare la personalità per permettere loro di divertirsi e di raggiungere il proprio traguardo”.

Dopo aver ricevuto i kit con taccuino e fischietto, è tutto pronto per il primo fischio d’inizio! Ai nuovi colleghi va un caloroso benvenuto nella grande famiglia dell’AIA e un grande “in bocca al lupo” per l’attività che si apprestano a svolgere con un po’ di fibrillazione e molto entusiasmo.