Sezione di Modena
il raduno pre-campionato a Fanano

Anche quest’anno i fischietti modenesi si sono ritrovati sull’Appennino per dare inizio alla nuova stagione.

Il  presidente Paolo Perrone ha infatti organizzato, come lo scorso anno, il raduno sezionale di inizio stagione in quel di Fanano presso l’Hotel Park, location molto utilizzata per i raduni estivi anche da diverse squadre professionistiche.

Il primo giorno si è ufficialmente aperto con la seduta di allenamento tenuta presso il campo sportivo di Fanano dal nuovo preparatore atletico, Prof. Stefano Graziosi, il quale ha avuto l’occasione di conoscere e di sondare le capacità atletiche degli arbitri a disposizione dell’OTS. La prima serata è stata dedicata ai colloqui individuali tenuti dal presidente Perrone durante i quali si sono discussi aspettative ed ambizioni di ogni associato. E’ stato il momento in cui tutti i ragazzi, uno per uno, sono stati motivati e caricati dal loro presidente, ormai vero punto di riferimento.

Il secondo giorno il programma prevedeva una seduta d’allenamento alternativa: due ore di trekking lungo il percorso dei “Sentieri della luce” sulle montagne cittadine, avendo così l’occasione di godersi il panorama e la rigogliosa vegetazione che circonda l’affascinante habitat dell’appennino. Da ricordare anche la sosta dinanzi alla  famosa Orma del Bue, pietra simbolo di Fanano e traccia della tradizione storica cittadina. La grigliata lungo il fiume ha concluso una mattinata davvero entusiasmante e molto apprezzata da tutti gli associati.

Nel pomeriggio, dopo la seconda seduta di allenamento, si è aperto ufficialmente il raduno con la prima RTO della stagione sportiva 2013/2014.

L’assemblea si è aperta con il saluto del Sindaco locale che ha voluto rivolgere un sentito ringraziamento a tutti noi per aver scelto ancora una volta Fanano come location per l’inizio della nostra stagione e ha concluso con l’auspicio che questo possa diventare un appuntamento fisso  visto il lustro che la nostra presenza può dare alla piccola comunità montana. Poi la parola è passata al presidente del Fanano Calcio che si è unito ai ringraziamenti del Sindaco. Dopo gli interventi degli ospiti il Presidente è entrato nel vivo della riunione toccando tutti i punti fondamentali per poter essere un vero arbitro. Questi alcuni passaggi del suo discorso. “Aspetto comportamentale, regolamentare/atletico, associativo sono indispensabili per diventare un grande arbitro”. “Rispetto deve essere la parola d’ordine. Il codice etico deve essere assimilato come il regolamento del gioco del calcio”. “L’impegno del direttivo è massimo per crescere dal punto di vista associativo ma il compito primario che abbiamo è quello di creare arbitri”. “Quest’anno investiremo tanto sul reclutamento”. Prima di chiudere la riunione e passare ai quiz regolamentari il presidente con un pizzico di commozione ha espresso tutta la sua soddisfazione nell’aver visto, durante la mattinata di trekking e la successiva grigliata sul letto del fiume, arbitri giovani e meno giovani felici di stare insieme.

Il terzo giorno di raduno si è aperto allo stadio di Fanano dove tutti i presenti hanno sostenuto i test atletici sotto l’occhio vigile di un ospite graditissimo, il neo presidente regionale Sergio Zuccolini. Finiti i test ritorno in aula per i saluti finali da parte dei due presidenti. “Prima di passare la parola a Sergio che ringrazio per aver impreziosito con la sua presenza questo raduno, vorrei soltanto dirvi grazie di cuore a tutti ed in bocca al lupo!”, questo il saluto del presidente Perrone. La parola è passata al carichissimo neo presidente regionale. Questi alcuni passaggi dell’intervento. “E’ la mia prima uscita ufficiale e sono contento di farla al raduno di Modena. Avete un presidente, che oltre ad essere un caro amico, sta dimostrando capacitá e voglia di fare …. seguitelo. Ho accettato con entusiasmo questo incarico ed insieme alla commissione faremo il massimo per raggiungere gli obiettivi prefissati. Stiamo lavorando tanto per essere pronti per l’inizio della stagione. Faremo di tutto per fare bene”.

Il raduno si è concluso tra l’entusiasmo generale di tutti i partecipanti.