Sezione di Imola
La lezione tecnica di Filippo Ragalà

Gli arbitri imolesi hanno avuto il piacere di ospitare il 7 aprile scorso Filippo Ragalà, arbitro CAN-5 della sezione di Bologna, accompagnato per l’occasione dal responsabile del calcio a 5 regionale Riccardo Arnò e dal suo collaboratore Tito Stampacchia, per una interessante lezione tecnica interamente dedicata al Futsal.

Ragalà, un po’ emozionato per quella che ha sostenuto essere la sua prima riunione tecnica in qualità di relatore al di fuori dei confini felsinei, ha subito esordito rivolgendosi alla parte più giovane della platea, affermando come la sezione sia la “famiglia” di tutti gli arbitri ed è quanto mai opportuno frequentarla quale fosse casa propria, ogni qualvolta se ne abbia possibilità. Egli non ha mancato di ringraziare la stessa sezione di Bologna per il contributo tecnico e umano profuso, tale da permettergli di raggiungere traguardi importanti.

Detto ciò, Filippo è entrato nel vivo della riunione, approfondendo le principali differenze tra futsal e calcio. Al di là delle questioni puramente tecniche, che rendono il futsal simile ai principali sport indoor, quali il basket o l’handball, ciò che diversifica le due discipline sono sicuramente i “rapporti interpersonali” e quindi la gestione del contesto che circonda una gara di calcio a 5. Il principale teatro dove ci si trova ad operare è il palasport, ove non sono presenti transenne e si ha giocoforza un rapporto più ravvicinato col pubblico, calciatori ed allenatori. L’abilità dell’arbitro sta proprio nel cercare di interagire correttamente con le precedenti componenti ed instaurare un rapporto di reciproca collaborazione con i calciatori.

Per chiarire meglio quanto esposto, quale miglior esempio che la visione e il commento degli highlights della Finale Scudetto A1 Gara-3 tra Marca Futsal e Alter Ego Luparense del 7 giugno 2013, diretta dallo stesso Filippo Ragalà e da Angelo Galante (Ancona), Leonardo Balli (Prato) e Alessandro Rafaeli – Crono (Jesi), vinta 3 a 2 dai trevigiani.

Alla fine del suo intervento Ragalà ha pertanto invitato i tanti ragazzi presenti in sala a provare a misurarsi con il futsal, una disciplina che saprà di certo regalare intense soddisfazioni a quanti sceglieranno di accostarvisi.

Il Presidente Tosi ha quindi ringraziato Filippo per l’ottima lezione, omaggiandolo con un dono tipicamente imolese ed augurandogli le migliori soddisfazioni in carriera.