A Michael Fabbri il premio Bernardi 2015

Sabato 23 maggio 2015, la Sezione di Bologna ha consegnato a Michael Fabbri della Sezione di Ravenna, il prestigioso Premio Bernardi, che è assegnato ogni anno, su indicazione dei vertici nazionali dell’AIA, al miglior arbitro debuttante in serie A.

Quest’anno, prima che iniziasse la cerimonia del Premio, alla presenza del Gotha arbitrale dell’AIA, di Pierluigi Collina e di Nicola Rizzoli è stato scoperto su una parete esterna dell’ edificio, un maxi pannello che celebra e ricorda le gesta degli arbitri internazionali della Sezione di Bologna, ad iniziare da Scorzoni nel 1936, Galeati nel 1950, Bernardi nel 1952 e soprattutto le due finali mondiali dirette da Pierluigi Collina nel 2002 in Giappone e quella del 13 Luglio dello scorso anno di Nicola Rizzoli in Brasile.

L’onore di scoprire il maxi-pannello è toccato al Presidente dell’AIA Marcello Nicchi ed al Vice-Presidente Narciso Pisacreta, presenti anche la sera del 13 Luglio 2014, al Maracanà di Rio de Janeiro in occasione della finale di Rizzoli, Faverani e Stefani, a rappresentare tutta l’AIA.

A fare gli onori di casa il Presidente di Sezione Aureliano, che pur non nascondendo l’orgoglio di guidare una “ Sezione Mondiale”, ha ribadito il significato più profondo del maxi pannello, collocato non a caso all’ingresso della Sezione: “Sarà quello di ricordare ad ogni associato la Storia da cui si proviene e la necessità e la determinazione di continuare ad operare sempre più con impegno e responsabilità”.

Subito dopo è iniziata all’interno dell’ampio salone della Sezione – gremito all’inverosimile- la cerimonia del Premio Bernardi.

Dopo aver consegnato i diversi Premi Sezionali, che come ogni anno vengono assegnati agli associati che maggiormente si sono distinti nell’ultima stagione, a sorpresa il Consiglio Sezionale ha consegnato un Premio Speciale proprio al Presidente Aureliano. Un commovente filmato ne ha ripercorso le tappe fondamentali della sua vita arbitrale e personale. Alla fine la platea gli ha tributato una vera e propria standing ovation.

La cerimonia è continuata con la consegna dei Premi Nazionali.

Il premio Farnè, assegnato al miglior assistente debuttante in Serie A è andato ad Alessandro Lo Cicero della Sezione di Brescia ed il Premio Crimi, assegnato al miglior osservatore della CAN A, a Vincenzo Fiorenza della Sezione di Siena.

Infine, Michael Fabbri ha ricevuto il Premio Bernardi direttamente dalle mani del Presidente Nicchi. Nel suo intervento, un emozionato Michael, ha espresso la sua felicità per succedere nell’albo d’oro a direttori di gara che hanno fatto la storia dell’AIA. Conscio della responsabilità che un Premio del genere comporta, sarà per lui un monito a continuare sempre con umiltà ed il massimo dell’impegno.

Come da tradizione, con l’intervento del Presidente Nicchi si sono concluse le celebrazioni del Premio Bernardi. Orgoglioso di guidare “ Un’Associazione in cui ci si diverte e dove l’amicizia è un valore vero”, Nicchi ha affrontato alcuni problemi che più gli stanno a cuore: la lotta alla corruzione nel calcio ed alla violenza contro gli arbitri. Ricordando la figura di Giovanni Falcone (ricorreva proprio durante la celebrazione del Premio il 23° anniversario della morte) e riprendendo le parole del Presidente della Repubblica Mattarella, ha con forza ribadito la necessità di combattere la “Mafia” nel calcio, una vera e propria metastasi. Altra metastasi è la violenza contro gli arbitri, alla cui lotta l’AIA continuerà ad impegnare tutte le energie migliori pretendendo che anche le altre componenti del mondo calcistico facciano la loro parte.

La serata è poi proseguita nella consueta location poco distante dove gli ospiti hanno potuto gustare la cena in un clima conviviale fino a notte fonda e dove non sono mancate le iniziative consuete come la riffa con ricchi premi a sorteggio.

Fotogallery:

  • Immagine in evidenza: i protagonisti del Premio Bernardi 2015
  • Nicchi premia Fabbri
  • Il Presidente Nicchi durante la relazione
  • La sala della sezione di Bologna gremita per l’occasione
  • Il poster commemorativo davanti all’ingresso della sezione di Bologna
  • Il parterre de roi
  • Gli ospiti
  • La commozione del Presidente Aureliano
  • Il presidente Nicchi consegna il riconoscimento ad Aureliano
  • Rizzoli e Fabbri
  • Collina premia Fiorenza
  • Fabbri, Aureliano e il Presidente Nicchi
  • Aureliano con Collina