AIA PIACENZA: RTO con Melloni

E’ un valore aggiunto per le nostre Riunioni Tecniche avere relatori che, grazie alla loro esperienza e conoscenza, sanno trasmettere e condividere messaggi di qualità per la crescita dei giovani fischietti. E proprio lo scorso 22 febbraio, nella cornice del Salone Coni, la Sezione di Piacenza ha avuto il piacere di ospitare il componente del Settore Tecnico, nonché amico, Massimo Melloni.

Massimo ha avuto un ottimo approccio con i giovani presenti alla serata. In particolare, i nostri Junior Talent si sono messi in gioco rispondendo prontamente alle domande. Infatti, Massimo ha proiettato alcuni video chiedendo ai ragazzi che tipo di provvedimento avrebbero preso e di motivarne la risposta: questa è stata un’ottima occasione di ripasso per tutti i presenti dei criteri di valutazione inerenti situazioni di spa e dogso.

Nei suoi interventi Massimo ha, inoltre, trasmesso concetti di grande importanza per quanto concerne l’intelligenza tattica e l’approccio con i calciatori. L’arbitro deve saper intuire lo sviluppo del gioco e quello che avverrà da qui a pochi istanti; deve chiedersi dove finirà il pallone, in questo modo è possibile anticipare l’azione e preparare l’evento. Fondamentale sarà poi per un direttore di gara sapersi relazionare e approcciare con le diverse persone che si incontrano, dai calciatori ai dirigenti. E’ utile anche in questi casi preparare la circostanza di una protesta che potrà essere gestita con un richiamo o con un provvedimento disciplinare a seconda dell’intensità. Le panchine con i dirigenti, a loro volta, richiederanno un altro tipo di approccio ma sempre con il dovuto rispetto. Massimo all’unisono con il Presidente Mimmo Gresia ribadiscono che “dobbiamo farci rispettare ma anche noi  dobbiamo sempre avere rispetto degli  altri”.

A conclusione, Massimo ha voluto spronare i tanti giovani arbitri dell’ultimo corso che si apprestano a debuttare nelle prossime domeniche “l’arbitraggio è un continuo apprendimento. L’esperienza si fa sul campo con le tante e svariate partite che si andranno ad arbitrare. Solo provando e affrontando le varie situazioni si potrà ampliare il nostro bagaglio arbitrale”.

Un ringraziamento da tutta la Sezione va al nostro amico Massimo per la disponibilità e la cortesia dimostrate.