AIA REGGIO EMILIA
Riunione tecnica con il CRA Emilia Romagna

Nell’ambito delle visite alle sezioni, il Cra Emilia Romagna il 21 novembre scorso, è stato ospite della Sezione di Reggio Emilia.

Il Presidente, Sergio Zuccolini ed i suoi collaboratori presenti (Tito Stampacchia, Filippo Giorgetti, Massimo Melloni, Marco Masetti, Michele Gallo) si sono alternati nel prendere la parola spiegando alla platea quali sono le caratteristiche che arbitri, assistenti ed osservatori devono avere per approdare in regione.

Il primo a prendere la parola è stato Tito Stampacchia, responsabile del futsal. Non sono mancati video di episodi che hanno volutamente sottolineato quali siamo le principali differenze tra le gare di calcio a 11 e quelle a 5, così come sono stati evidenziati temi come la reattività e l’uniformità di giudizio.

A seguire Filippo Giorgetti, si è rivolto principalmente ai giovani aspiranti regionali, che già a livello provinciale devono iniziare a comprendere come spostarsi sul terreno di gioco, senza essere di intralcio nelle diverse situazioni.

Per il capitolo assistenti, è stato Massimo Melloni ad intervenire, ricordando le tre principali caratteristiche che un assistente deve possedere: reattività, concentrazione e naturalezza.

Al duo Masetti – Gallo il compito di parlare di osservatori arbitrali e dell’importante ruolo di crescita che svolgono sui ragazzi. In questo caso sono le tre “C” gli elementi fondamentali per essere un buon OA: Concretezza, Coraggio e Coerenza”. “Occorre essere chiari nella stesura del proprio rapporto ed individuare nei ragazzi qualità e talento per poter dispensare consigli fruibili nell’immediato futuro.”

 A concludere la serie di interventi, il Presidenze Sergio Zuccolini ha evidenziato quanto sia importante essere un atleta anche per un arbitro di calcio con una preparazione fisico-atletica-regolamentare adeguata, perché è proprio questo che i calciatori si aspettano.