Corso Qualificazione Osservatori
A Bologna il Primo Concentramento

Il pomeriggio di sabato 18 Gennaio, presso la sezione di Bologna, ha avuto luogo il primo Concentramento riservato agli aspiranti Osservatori dell’Emilia-Romagna. Questa è la prima tappa del corso preparatorio agli esami di qualificazione alla funzione di Osservatore Arbitrale.

Il secondo concentramento è programmato per sabato 15 marzo, mentre l’esame conclusivo avrà luogo domenica 30 marzo.

Il Presidente CRA Sergio Zuccolini ha aperto ufficialmente i lavori con un saluto e un intervento introduttivo. Dopodiché la conduzione del pomeriggio è passata ai Componenti del Settore Tecnico dell’AIA: Maurizio Pozzoli di Gallarate (Modulo Perfezionamento Tecnico e Valutazione Tecnica), e Giuseppe Provesi di Treviglio (Modulo Mentor/Talent).

I 32 futuri Osservatori sono stati sottoposti ad una verifica tecnico/regolamentare attraverso l’effettuazione di un test predisposto dal Settore Tecnico, consistente in 25 quiz tecnici più ulteriori 5 di carattere Associativo, secondo la modalità Vero/Falso.

Quindi ha preso la parola Maurizio Pozzoli, con un articolato intervento che ha sviscerato i vari aspetti della funzione dell’Osservatore, sottolineandone il ruolo cruciale nella formazione del giovane Arbitro.

Giuseppe Provesi ha trattato della Relazione dell’Osservatore, spiegando ai presenti il senso dei vari quadri dei quali è composta. Provesi si è quindi soffermato sui criteri valutativi, approfondendo la correlazione tra voto e futuribilità, secondo le indicazioni impartite dal Settore Tecnico ad inizio stagione.

A supporto dei Componenti del Settore Tecnico, la presenza costante di Michele Gallo, Vice Presidente CRA e responsabile degli Osservatori Regionali. Presenti anche i Componenti CRA Marco Masetti e Fabio Casadei.

La parte finale dell’incontro è stata dedicata all’illustrazione delle risposte esatte del test regolamentare sostenuto ad inizio pomeriggio. Sergio Zuccolini ha colto l’occasione per ribadire l’importanza fondamentale della conoscenza del Regolamento, tanto più per chi assumerà il ruolo di Osservatore, per la valenza tecnica e formativa che questa funzione riveste.