CRA EMILIA ROMAGNA: Raduno Futsal

Giornata di raduno per gli Arbitri e gli Osservatori del futsal Emiliano Romagnolo il 27 novembre presso la sezione di Imola.

La mattinata è stata dedicata a due gruppi di lavoro. Gli Osservatori in aula, sotto la guida di Stefano Guicciardi, hanno approfondito tutti gli aspetti ed argomenti da trattare durante la stesura della relazione per riuscire a dare il giusto messaggio sia al direttore di gara evidenziando le aree di miglioramento, sia all’ Organo Tecnico per dare l’indicazione sul corretto impiego.  Gli arbitri in palestra, sotto gli occhi vigili di Tito Stampacchia e del preparatore Jonny Sangiorgi, hanno sostenuto i test atletici obbligatori tenendo presente i limiti imposti dalla CAN5.

Al termine il gruppo si è ricompattato per le disposizioni di metà campionato. Ad accoglierli, insieme al presidente della sezione di Imola Luca Marzari (ex arbitro di calcio a 5) ed al responsabile CRA per il calcio a 5 Tito Stampacchia, anche il presidente Sergio Zuccolini, il suo vice Michele Gallo  ed i componenti Fabio Casadei e Marco Masetti i quali, nel dare il benvenuto a tutti i partecipanti, hanno dato inizio ai lavori andando ad analizzare e commentare alcune situazioni accadute nei vari campionati e visionando alcuni filmati relativi alla finale di coppa C2 dello scorso anno. Successivamente si è passati alla somministrazione dei quiz regolamentari dove si è saggiato il livello di preparazione tecnica dell’intero organico.

Il pomeriggio, dopo un pranzo ristoratore dove il gruppo ha avuto modo di trovare ancor maggiore affiatamento, ci si è diretti verso il palazzetto di Imola che ha recentemente ospitato un’amichevole la nazionale Italiana di Futsal. Sul rettangolo di gioco sono state simulate diverse azioni dando dimostrazione dal vivo di quale deve essere il corretto spostamento e posizionamento,  il giusto modo di confrontarsi con i calciatori non solo titolari ma anche di riserva e dirigenti in panchina, l’efficace prevenzione verbale ed il corretto utilizzo della gestualità codificata. Così facendo sono state analizzate situazioni realmente accadute in modo da fugare qualsiasi dubbio su quella che deve essere la giusta decisione tecnica e disciplinare avvalorando la credibilità degli AE in campo. 

E’ stato un raduno intenso, come ormai di prassi per arbitri ed osservatori del CRA Emilia Romagna, consapevoli di poter raggiungere traguardi sempre più ambiziosi.