FINALE EMILIA elegge il Presidente più Giovane d’Italia

La Sezione “Moritz Galei” di Finale Emilia, nell’anno del suo 60° Anniversario di Fondazione, ha raggiunto un altro importante traguardo: può vantare il Presidente di Sezione più Giovane d’Italia.

Nell’ultima riunione tecnica presso la Sede Sezionale si è svolta l’Assemblea Ordinaria dove è stato presentato il bilancio dell’annata sportiva appena trascorsa e, a seguire, quella Elettiva dove è stato eletto il neo presidente.

“Mi candido perchè penso di avere ancora tanto da dare a questa associazione vista la mia giovane età e soprattutto alla mia sezione, perchè quello che sono, in ogni campo della vita, lo devo all’AIA e a tutti voi che mi avete seguito e sostenuto sui campi in giro per l’Italia in questi anni…”. Con queste parole Niccolò Zizza diventa il Presidente della Sezione di Finale Emilia per i prossimi 3 anni ed il Presidente di Sezione più Giovane d’Italia.

Niccolò; nasce l’11 Maggio 1989 a Bondeno (FE). Diventa arbitro il 24 Novembre 2005 dove in un paio d’anni sale al CRA ed entra nel progetto Talent & Mentor. Viene promosso alla CAI nel 2011 e alla CAN D nel 2013 dove milita per 2 stagioni sportive portando il nome di Finale Emilia nuovamente a livello nazionale dopo anni. Consegue, nel frattempo, la Laurea in Economia presso l’Università degli Studi di Modena. Nel 2015 poi torna a disposizione della sua Sezione dove accetta immediatamente il ruolo di formatore per i giovani ragazzi e diventa nella passata stagione Vice Presidente di Sezione. Niccolò entra di diritto nella storia della sezione e dell’AIA come il presidente più giovane d’Italia con la bellezza di appena 28 anni ed un entusiasmo che non potrà che giovare alla ringiovanita sezione finalese.

Il neo presidente è già al lavoro per preparare al meglio la nuova stagione sportiva; raccoglie un’eredità importante lasciatagli dal Presidente uscente Mirco Contri che con grande impegno è riuscito a superare lo storico traguardo dei 100 associati. Quello che si propone Niccolò è di aumentare il tasso tecnico dei giovani arbitri a disposizione della sezione, di suscitare in loro un sempre maggior attaccamento alla vita associativa e di aumentare il numero di arbitri attualmente a disposizione del CRA per puntare ad incrementare anche gli associati a livello nazionale. Attualmente la sezione può vantare a livello nazionale: due Assistenti Arbitrali, Rodolfo Zambelli in CAN PRO e Mattia Regattieri in CAN D; un Arbitro, Alessandro Negrelli alla CAI, ed un Osservatore in CAN D, Antonio Rossetti. La sezione è attiva anche nel Calcio a 5 con Stefano Mestieri a disposizione della CAN5.

Il neo presidente ha le idee piuttosto chiare: “Finale merita ben altre categorie e di calcare palcoscenici sempre più prestigiosi. E, questo obiettivo passa dalla formazione minuziosa, dal costante impegno e dalla volontà di superare sé stessi.”