La Giornata dei TOP CLASS del FUTSAL

Sotto una pioggia battente ed un tempo quasi autunnale si è tenuto, presso la sezione di Modena, il raduno Top Class per il gruppo scelto dei migliori arbitri del Futsal Emiliano Romagnolo.

Ad accoglierli, oltre a responsabile per il calcio a 5 Tito Stampacchia ed il suo collaboratore Filippo Ragalà, anche il vice presidente Michele Gallo che hanno condotto subito i nove arbitri sul campo dove hanno in primis sostenuto le consuete visite mediche a cura del dott. Mosca, e successivamente le prove atletiche specifiche (ariet, 4×10 e 30mt.) a cura del referente atletico Jonni Sangiorgi, con i limiti previsti dalla CAN5.

I lavori sono proseguiti in aula, alla presenza di Stefano Guicciardi in rappresentanza del Settore Tecnico, dove sono stati somministrati i quiz regolamentari per saggiare, per l’ennesima volta nel corso della stagione, il grado di preparazione regolamentare dei presenti.

Al termine della correzione dei test regolamentari, Tito Stampacchia, portando a tutti i  saluti del Presidente Sergio Zuccolini, ha voluto rimarcare alcuni aspetti e principi fondamentali che un arbitro deve avere e quali sono le caratteristiche necessarie per ben figurare all’OTN.

L’arbitro deve essere Autorevole e mai autoritario per dare credibilità al suo operato; Rigorso in quanto tutore del regolamento che presuppone non solo la conoscenza dello stesso ma anche il suo approfondimento costante; Bravo non solo sul rettangolo di gioco ma anche all’interno della nostra associazione attraverso la partecipazione sia alla vita sezionale che ai poli di allenamento; Impermeabile a tutto quello che può succedere interno a lui per consentirgli di essere sempre concentrato, sereno ed autonomo nelle sue decisioni;Tempestivo nelle sue decisioni sia tecniche che disciplinari in modo da avvalorare le stesse ed accrescere la sua ascendenza nei confronti di tutto il contesto; Rapido nei suoi movimenti che la specificità della disciplina richiede ed impone e che presuppone allenamenti mirati e costanti per consentire una performance atletica di livello; Orgoglioso di essere arbitro portatore di regole, di rappresentare non solo se stesso ma un intero movimento, di essere parte integrante di un gruppo e che grazie ad esso si potranno raggiungere gli obbiettivi del singolo.

A conclusione della giornata come sempre intensa tutti si sono ritrovati per un breve ma goliardico momento conviviale prima dell’ in bocca al lupo a tutti per il finale di stagione.