La sezione di Cesena festeggia i suoi 50 anni

50 anni di grandi emozioni, gioie infinite e importanti conquiste, tutte sempre legate alla “casa” nella quale siamo cresciuti: la sezione. È proprio questa la metafora su cui, il presidente Marco Moretto, ha incentrato i festeggiamenti per questo importante traguardo raggiunto dalla Sezione AIA di Cesena: un luogo familiare,  in cui sentirsi al sicuro, protetti e in cui poter condividere emozioni di ogni tipo.La festa ha avuto inizio con l’introduzione, innanzi ad una sala gremita di associati, ex associati ed amici della sezione nonché degli ospiti intervenuti: Erio Iori Componente del Comitato Nazionale, il CRA Emilia Romagna nella veste del Presidente Sergio Zuccolini e dei componenti della commissione, Antonio Aureliano AIA Bologna, Alberto Bordini AIA Faenza, Giovanni Calzolari AIA Forlì e Daniele Tosi AIA Imola.Al termine dei saluti, si sono ripercorsi momenti, luoghi ed emozioni, di 50 anni di vita della sezione attraverso un video commemorativo i cui protagonisti erano gli associati di Cesena. Il pranzo ha avuto così inizio. Le portate si sono alternate a tre momenti importanti rappresentati dai riconoscimenti che i il Consiglio ha ritenuto di assegnare a persone che hanno fatto “la storia” della sezione. In linea con la metafora della casa il premio  assegnato era costituito da un coppo siciliano decorato a mano, dagli studenti del Liceo Artistico di Ravenna “Pier Luigi Nervi” quale simbolo del “tetto” simbolo di protezione e sicurezza. In primis sono stati premiati gli “Associati Fondatori ancora in organico”  ovvero Cesare Marani, Nerio Raffelli e Gabriele Andreoli che con la loro dedizione ed esperienza continuano tutt’ora a far crescere i giovani arbitri. Sono stati poi premiati gli 11 “Presidenti” che con la loro amministrazione attenta, volta alla crescita tecnica e umana dei propri associati hanno reso possibile il raggiungimento del traguardo del mezzo secolo di vita. Per ultimi, ma non ultimi, sono stati poi premiati i “Big” , coloro che durante la carriera arbitrale hanno raggiunto la massima serie dando lustro all’intera sezione. Ogni momento è stato accompagnato da un video rievocativo della vita sezionale di ogni premiato, seguito, con non poca emozione, da parte di tutti i presenti.E’ stata poi la volta di un saluto particolarmente gradito : non presenti fisicamente i nostri colleghi attualmente all’estero, per lavoro o studio, hanno voluto far sentire la loro presenza attraverso un video saluto, da Ediburgo , da Monaco di Baviera e dalla Nuova Zelanda dimostrando come la famiglia AIA sia sempre con loro.A chiusura dell’evento Sergio Zuccolini ha portato a Cesena i saluti delle Sezioni AIA  dell’Emilia Romagna e Erio Iori i saluti del Comitato Nazionale e in particolare del presidente Marcello Nicchi. Iori si è soffermato ad evidenziare la grande sinergia presente a Cesena tra passato, presente e futuro, quel futuro rappresentato dai tanti ragazzi presenti i quali hanno una grande responsabilità, rappresentare al mondo l’AIA di domani; a tale scopo i “decani” devono svolgere un ruolo fondamentale, un esempio da seguire e imitare.La giornata si è conclusa con il tradizionale taglio della torta effettuato da Marco con Gabriele Andreoli e Cesare Marani, in un simbolico trait d’union con quello che fu 50 anni fa.Ha avuto termine così una giornata piena di emozioni per gli associati di Cesena.Buon compleanno AIA Cesena, un grande augurio per 50 anni di storia.