Raduno Talent/Mentor 4-5 Febbraio 2017

“Le scelte che facciamo decidono chi siamo veramente”

Nella impareggiabile cornice del CTF di Coverciano, nei giorni 4 e 5 febbraio, è andata in scena l’ottava edizione del Raduno Nazionale del progetto UEFA “Talent & Mentor”.

La nostra Regione è stata brillantemente rappresentata da 8 arbitri, selezionati ad inizio campionato, appartenenti agli organici di Prima Categoria (Marco Casali di Cesena, Dario Frisoni di Rimini, Andrea Paccagnella di Bologna e Davide Rizzo di Reggio Emilia) e Promozione (Gianluca Andreoli di Bologna, Luigi Gualtieri di Ravenna, Matteo Lauri di Modena e Nicolò Zammarchi di Cesena); guidati dai Mentor del Settore Tecnico Maurizio Babarelli della Sezione di Parma e Michele Pennacchio della Sezione di Ravenna.

Il Settore Tecnico al gran completo, guidato dal suo responsabile, l’AB Alfredo Trentalange della Sezione di Torino ha accolto con il consueto garbo la comitiva nella tarda mattinata di Sabato. La due giorni è iniziata con la visita al “Museo del Calcio” che ha creato grande suggestione nei ragazzi, a seguire dopo un breve pranzo di lavoro, sono partiti i lavori d’aula.

107 talent, provenienti da tutti i CRA d’Italia, accompagnati dai loro 28 mentor, hanno preso posto all’interno dell’aula magna dedicata a Giovanni Ferrari; qui ad attenderli un parterre composto da tutte l’eccellenze nazionali (e non solo) che compongono la nostra associazioni. Oltre al suddetto Trentalange tutta la sua squadra (i tre Vice Responsabili delle macroregioni: Guido Falca, Duccio Baglioni e Francesco Milardi), la responsabile Italia del progetto “talent & mentor” Sabrina Rondoletti, il responsabile del modulo formazione Luca Gaggero, il responsabile del modulo regolamento Enzo Meli, il responsabile del C5 Antonio Mazza ed il coordinatore Marcello Marcato. Oltre a loro, graditissime presenze quelle di Francesco Bianchi supervisore UEFA del progetto e del Componente del Comitato Nazionale Maurizio Gialluisi con al seguito il collega arbitro Michele, arbitro e sacerdote, della Sezione di Barletta.

Ai lavori hanno partecipato, come invitati, anche un Mentor ed un Talent provenienti dalla Federazione Calcistica di Malta.

Due giorni a ritmo serrato tra: quiz interattivi, visione e analisi di filmati tecnici, intervento di ospiti d’onore (hanno partecipato tre arbitri CAN: Calvarese, Di Bello e Pairetto), una “lectio magistralis” di Bianchi a tema “D.O.G.S.O. e S.P.A., lavori di gruppo consistenti nell’analisi di filmati provenienti dalle gare CRA dirette dai talent (ottima l’esposizione del nostro Zammarchi, per questa fattispecie); sono stati la parte tecnica, predominante, del programma.

Non ci si è però limitati a questo; come di consueto, il confronto si è spesso spostato su temi etici ed umani.

Prima della cena di sabato, il collega Don Michele ha celebrato la SS. Messa; momento di grande intensità in grado di ristorare la mente dalle fatiche della giornata.

Dopo la cena, sono proseguiti i lavori di gruppo in presenza dei talent, durati fino alle 22:30; a seguire, congedati i ragazzi, si è svolto un confronto tra Settore Tecnico e Mentor, caratterizzato da un importante dibattito organizzativo che si è protratto fino dopo la mezzanotte.

Domenica mattina, di buon ora, gli oltre 100 ragazzi, agli ordini dei preparatori atletici Rocchetti e Angelini, hanno svolto un importante lavoro dinamico; dapprima in palestra effettuando un lavoro rivolto alla prevenzione degli infortuni, per poi uscire su uno dei terreno di gioco del CTF e svolgere una prova di “yo yo dinamico”.

Prima di pranzo si è tornati in aula per proseguire il lavoro tecnico e per poter ascoltare il saluto del Presidente dell’AIA Marcello Nicchi che, come tutti gli anni, non ha voluto mancare a questo appuntamento.

Dopo il pranzo ed il termine dei lavori di gruppo, verso metà pomeriggio, un bellissimo video realizzato dal collega Marcato ha chiuso il raduno.

Mi sia concesso, a nome dei 10 soggetti coinvolti in questa trasferta (8 talent e 2 mentor) un sentito ringraziamento a tutte le componenti (AIA, UEFA, Settore Tecnico e, ultimo ma non per importanza, al nostro CRA) che hanno reso possibile questa magnifica esperienza, unica nel suo genere che difficilmente riusciremo a dimenticare. Grazie a tutti !

Maurizio Babarelli