La Regione Emilia Romagna festeggia la grande terna mondiale

Doveva essere una festa e così è stato. Sabato 6 settembre presso la Sezione di Bologna si è tenuta una festa in onore della terna che ha diretto la finale del mondiale in Brasile. Nicola Rizzoli, Renato Faverani e Andrea Stefani sono stati i protagonisti di questa serata. Un evento che ha voluto fortemente il presidente della Sezione di Bologna ma che il Comitato Regionale ha subito appoggiato, un momento di grande unione.
La serata è stata un bel momento di incontro tra i tanti associati presenti venuti anche dalle sezioni vicine e tutti i loro presidenti. Molti gli aneddoti dati dai tre festeggiati, emozioni che anche grazie ai video realizzati per omaggiarli sono riusciti a far trasparire alle oltre 200persone in sala . Emozioni ma non solo, hanno raccontato anche momenti di puro divertimento nel mese e mezzo passato in Brasile. Certo è che la terna è riuscita a far capire che l’ottimo risultato in questo mondiale è derivato anche dalla splendida complicità che con le tante gare passate insieme si è creata. Oltre a tre colleghi, Rizzoli, Faverani e Stefani sono amici, che in Brasile avevano un solo grande obiettivo portare in alto il nome dell’associazione Italiana Arbitri.
Dire che è stato così è riduttivo. Dopo aver ascoltato il ricordo dei tre festeggiati, i loro ringraziamenti per aver sentito durante questa esperienza la vicinanza di tutti gli associati, è stato il momento dei discorsi del presidente regionale Sergio Zuccolini e del componente nazionale Erio Iori. Poi i momenti dei regali, la maglia della finale donata alla sezione di Bologna da parte di Nicola Rizzoli come una bandierina utilizzata durante i tanti allenamenti in Brasile da parte degli assistenti e il pallone dei mondiali da parte di tutta la terna donato al Comitato regionale Emilia Romagna. Il Cra, insieme ai Presidenti di Sezione, ha voluto lasciare a sua volta un pensiero a Nicola Rizzoli, ecco che gli è stata consegnata una preziosa cartina raffigurante l’Emilia Romagna, del 1589, una riproduzione per far ricordare all’Arbitro della finale mondiale le sue radici. Un omaggio del Cra e di tutti i Presidenti di Sezione. Al termine il consueto momento dei tantissimi autografi e foto ricordo per poi completare la serata con un ricco buffet condito dalla musica per far ballare gli associati tutti insieme.
Insomma una bellissima serata per celebrare una grandissima terna che ha portato lustro all’Italia e soprattutto all’Emilia Romagna.