Sezione di Forlì
la Festa di fine stagione

Martedì 20 maggio 2014 la Sezione AIA di Forlì ha simbolicamente chiuso la Stagione con la consueta Festa Sezionale; il tradizionale evento ha avuto luogo presso il Grand Hotel Forlì, da tre anni ritrovo sezionale per cene e appuntamenti mondani. La kermesse ha preso il via alle 19.30 nella sala convegni dell’Hotel, dove il Presidente Sezionale Giovanni Calzolari, dopo un saluto e un breve ringraziamento a tutti i presenti, ha introdotto gli ospiti, su tutti Marcello Nicchi, Presidente AIA, il quale ha a sua volta salutato i presenti. Le presentazioni sono poi proseguite con coloro che sarebbero poi stati insigniti dei riconoscimenti che la Sezione di Forlì annualmente assegna: Paolo Silvio Mazzoleni, arbitro internazionale, Premio “Francesco Liverani”; Elenito di Liberatore, assistente internazionale al quale è stato conferito il premio “Marcello Greggi”; Carlo Ridolfi, dirigente arbitrale insignito del premio “Forum Livii”. Dopo un personale contributo verbale, gli ospiti si sono sottoposti alle domande dei presenti, che, senza indugi, hanno permesso loro di mostrarsi a tutto tondo, dalla loro esperienza nell’AIA ad alcuni piacevoli aneddoti della loro vita privata, lontano dai riflettori.
Terminate le domande, ospiti e associati si sono spostati in sala da pranzo, dove, dopo un aperitivo in piedi che ha rappresentato una piacevole occasione per salutarsi, si è passati alla cena vera e propria, con i saluti di altri ospiti illustri che hanno allietato e arricchito la serata forlivese: Erio Iori, componente del Comitato Nazionale Aia; Sergio Zuccolini, Presidente del CRA Emilia Romagna e l’On. Bruno Molea, già ex associato della sezione Forlivese ed ora membro del Direttivo del CONI. Tra una portata e l’altra sono stati premiati alcuni giovani associati particolarmente meritevoli, tra i quali spiccano gli arbitri effettivi Raffaele De Lorenzi, Luca Caminati, Giovanni Giliberti, Erjon Qoli e l’osservatore Massimo Zampieri, oltre ovviamente ai tre premi maggiori conferiti, appunto, a Mazzoleni, Di Liberatore e Ridolfi. La serata ha visto il suo epilogo con l’intervento finale del Presidente Nicchi che ha ricordato l’importanza del rispetto delle Regole, in campo e fuori, ed ha rammentato come anche in momenti difficili, come la finale di Coppa Italia, disputatasi in condizioni climatiche ostili, la squadra arbitrale abbia saputo mantenere la serenità svolgendo, per l’ennesima volta durante la stagione, il proprio compito con grande attenzione e ottenendo il rispetto di tutti. In chiusura è stato il momento del tradizionale taglio della torta, che ha visto impegnati gli illustri ospiti in questo ultimo e gustoso atto di una serata da ricordare.