TALENT & MENTOR di Calcio a 5 a Coverciano

Nella splendida cornice del Centro Tecnico Federale della Figc di Coverciano si è svolto, il 7 e 8 novembre, il primo Corso di formazione ed aggiornamento nazionale “Talent & Mentor – UEFA Convention” riservato ai partecipanti dell’omonimo progetto per il calcio a 5 giunto ormai alla sua terza edizione. Emblematico il titolo dato all’evento “Tecnica ed Etica, Organizzazione ed Umanizzazione” a voler condensare in pochi concetti gli obiettivi della manifestazione. Guidati dall’esperto Mentor Stefano Guicciardi (sez. di Finale Emilia) erano tre gli arbitri rappresentanti dell’Emilia Romagna convocati, Luca Staffelli (sez. di Modena), Matteo Presicce (sez. di Imola) e Francesco Cocco (sez. di Parma). Dopo formale saluto di benvenuto ai partecipanti da parte di Sabrina Rondoletti (Responsabile progetto Talent & Mentor) e di Antonio Mazza (Coordinatore Settore Tecnico Futsal), l’intenso programma della due giorni fiorentina è iniziato subito col “botto”. Infatti il pomeriggio del sabato ha visto nell’ordine gli interventi di Domenico Messina (Commissario Can A), Massimo Cumbo (Commissario Can 5) e del “nostro” Nicola Rizzoli. Nel tardo pomeriggio i Talent, i Mentor ed i componenti del Settore Tecnico hanno potuto fare visita al Museo del Calcio dove Fino Fini, Direttore del museo, ha raccontato una infinità di aneddoti legati al mondo del pallone ed alla sua storia passata e recente. Alle 18 i Talent si sono radunati in palestra per una seduta di allenamento seguiti dal Dott. Francesco Milardi, Vice responsabile del Settore tecnico mentre i Mentor si sono radunati in aula per le valutazioni del lavoro svolto in questa prima fase della stagione. Dopo la cena i lavori sono proseguiti con gli interventi a rotazione di alcuni componenti del Settore Tecnico su tematiche tecniche, associative e comportamentali dell’arbitro di calcio a 5. La domenica M&T si sono ritrovati in aula per una prima serie di interventi fra cui quelli di Franco Falvo (Responsabile Progetto Talent & Mentor Futsal) e di Luca Marconi (Vice Commissario Can 5). Grande attenzione e partecipazione ha riscosso il racconto di alcune delle proprie esperienze arbitrali fatto da Alessandro Malfer (arbitro internazionale di calcio a 5), momento che ha catturato le attenzioni in particolare dei giovani colleghi, orgogliosi di poter avere a così stretto contatto il più importante arbitro italiano di calcio a 5 in attività, premiato come il migliore del mondo. I quiz tecnici predisposti dal Settore Tecnico e la loro correzione hanno traghettato i partecipanti fino al pranzo. Nel pomeriggio un’ impressionante batteria, per numero e per qualità, di filmati ha permesso ad arbitri ed osservatori di approfondire molte delle tematiche specifiche della disciplina, andando a chiarire ed uniformare aspetti di valutazione e di decisione in maniera molto precisa ed accurata. Ad Alfredo Trentalange (Responsabile Settore Tecnico) e Massimo Cumbo è toccato l’onere o l’onore di chiudere i lavori e salutare i partecipanti.  Questa due giorni intensa, ha trasmesso ai nostri colleghi un arricchimento di esperienza, motivazione ed entusiasmo ma soprattutto  una grande voglia di mettere subito in pratica quanto appreso sia sotto l’aspetto tecnico che sotto l’aspetto umano.